A Napoli l’esclusivo debutto italiano dello spettacolo
La Réunification des deux Corées
irriverente, feroce passerella in diciannove pièce sull’amore
dell’osannato regista della scena francese Joël Pommerat

il 6, 7 e 8 giugno alle 20.00 Sala dei 500 del Museo Nazionale di Pietrarsa

Lo spettacolo è presentato dal Teatro Stabile di Napoli
partner per l’Italia del progetto Città in scena / Cities on stage
in occasione del Napoli Teatro Festival Italia 2013
Sull’onda del successo riscosso al debutto parigino dello scorso gennaio confermato poi dalle platee teatrali di Bruxelles, Ottawa, Mulhouse e Göteborg, approda in Italia La Réunification des deux Corées, la nuova creazione dell’autore-regista francese Joël Pommerat, in scena il 6, 7 e 8 giugno alla Sala dei 500 del Museo Nazionale di Pietrarsa.
Salutato da un coro di giudizi positivi, vincitore del Premio di Miglior Spettacolo Pubblico del 2013 in Francia, La Réunification des deux Corées è presentato in esclusiva nazionale dal Teatro Stabile di Napoli, partner per l’Italia della rete dei sei teatri europei del progetto CITTÀ IN SCENA | CITIES ON STAGE del Programma Cultura 2007 / 2013 dell’Unione Europea insieme a
Théâtre National di Bruxelles, Odéon-Théâtre de l’Europe di Parigi, Teatrul National Radu Stanca di Sibiu, Teatro de La Abadía di Madrid, Folkteatern di Göteborg.

Scritto, come tutto il suo teatro, e diretto da Joël Pommerat – il 50enne autore-regista francese associato dell’Odéon-Théâtre de l’Europe di Parigi e del Théâtre National de Belgique, fondatore nel 1990 della Compagnie Louis Brouillard, figura di spicco del teatro francese tra le più acclamate della scena contemporanea europea – lo spettacolo La Réunification des deux Corées è un potente affresco sull’amore e le sue miserie. Un caleidoscopio delle relazioni umane con storie di disillusione piene di umanità. A pagamento, corrisposto, in triangolo, svenevole, bugiardo, illecito, insoddisfatto, segreto, possessivo, tradito, nell’arco di poco meno di due ore Pommerat inscena la sua “parata” sul tema dell’amore attraverso diciannove brevi novelle, tutte narrativamente indipendenti, che si susseguono senza soluzione di continuità. Il mosaico delle tragi-commedie si compone via via lungo il corridoio delimitato dalle due pareti di spettatori specularmente disposti sui due lati della passerella-scena. Ad interpretarle con magistrale bravura è il cast di attori storici del regista ognuno alle prese con più personaggi e ruoli: Saadia Bentaïeb, Agnès Berthon, Yannick Choirat, Philippe Frécon, Ruth Olaizola, Marie Piemontese, Anne Rotger, David Sighicelli, Maxime Tshibangu. Impreziosiscono l’allestimento le luci e le scene di Éric Soyer, i video di Renaud Rubiano, gli oggetti di scena di Thomas Ramon, i costumi di Isabelle Deffin, le musiche di Antonin Leymarie e il suono di François e Grégoire Leymarie.

Tra i tanti unanimi commenti della critica:
“La forza dello spettacolo sta nella straordinaria coerenza dei suoi elementi. Attori di una precisione spaventosa, che passano da un personaggio all’altro in pochi secondi.“ (Le Soir); “Joel Pommerat si spinge lungo le vie tortuose dell’amore e della disaffezione. Serio, tragico, sconvolgente ma irresistibilmente divertente.” (la Croix); “Una singolare esperienza per gli spettatori, invitati a immergersi in un dispositivo scenico straordinario.” (lafilature.org); “Il risultato è semplicemente travolgente. Un lavoro intenso, assolutamente da vedere.” (Demandez le Programme); “Tutti gli attori sono al servizio di un progetto artistico tra i più entusiasmanti della scena francese.” (aupoulailler.com); “Un sorprendente processo, che segnala una volta di più l’originalità e la potenza dello scrittore e regista francese.” (ft.com / Financial Times).

Informazioni Teatro Stabile di Napoli tel. 081.5524214 | www. www.teatrostabilenapoli.it
Biglietteria tel. 081.5513396 | e-mail: biglietteria@ www.teatrostabilenapoli.it