25 ottobre – 6 novembre 2005 | Teatro Nuovo
LE INTELLETTUALI
di Molière
regia Arturo Cirillo
con Salvatore Caruso, Beatrice Ciampaglia, Arturo Cirillo, Michelangelo Dalisi, Rosario Giglio, Monica Piseddu, Antonella Romano, Luciano Saltarelli, Sabrina Scuccimarra
scene e luci Massimo Bellando Randone, Andrea Narese
musiche Francesco De Melis
produzione Nuovo Teatro Nuovo Teatro stabile d’Innovazione – Mercadante Teatro Stabile di Napoli
in collaborazione con Città di Urbino/Teatro Sanzio e Amat

La stagione di prosa si conclude con un’altra grande opera del teatro moderno, Le intellettuali di Molière, nella rivisitazione del napoletano Arturo Cirillo, trent’otto anni e un grande talento registico. Con gli attori della compagnia del Nuovo Teatro Nuovo di Napoli, Cirillo dà vita a una vivace esplosione di scene e quadri corali e molto giocosi, dove il napoletano dà spesso il suo accento a una Parigi del diciassettesimo secolo. Le intellettuali mette faccia a faccia le ragioni del cuore e la supremazia della ragione, tra personaggi accomunati da una generale mancanza di buonafede. Uno spettacolo divertente e intelligente, dove la comicità è strumento per smascherare l’ipocrisia, fra “parrucche che volano, paraventi fatti di specchi deformanti, corpi compressi e repressi in bustini seicenteschi,  canzonette per clavicembalo e musica colta per chitarra elettrica, un’opulenza pacchiana, una recitazione continuamente tendente al delirio e al visionario, una tronfia abbuffata finale in cui l’ordine perbenista trionfa su tutto e tutti”.